• Chiara Monaco

Film per conoscere Taiwan - #9 The tag-along

Il cinema di Taiwan è strettamente legato alla sua storia. Nato all'inizio del '900, ha continuato a raccontare sino a oggi i cambiamenti politici che si sono succeduti sull'isola: l'occupazione giapponese e le rivolte aborigene, il ritorno sotto la Repubblica Cinese e l'incidente del 228, la legge marziale e la democratizzazione del paese.


Il cinema di Taiwan racconta anche della cultura del suo popolo: il cibo, la musica, le leggende popolari, l'amore, il potere, l'ammirazione per la natura. Tutto questo è stato raccontato da registi come Hou Hsiao Hsien, Edward Yang, Ang Lee, Wei Tesheng e molti altri, ognuno dal suo personale punto di vista.


Con questa rubrica abbiamo voluto consigliarvi 12 film taiwanesi, che vi aiuteranno a comprendere meglio la realtà dell'isola in tutte le sue sfaccettature. I verranno presentati dal meno al più recente e molti di essi hanno vinto dei premi al festival del cinema di Taiwan (il Golden Horse Film Festival). Dato che molti di essi non hanno un titolo italiano ufficiale, abbiamo riportando inizialmente il titolo in inglese e sotto la traduzione italiana.


#9 The tag-along (2015)

Traduzione italiana del titolo: L'inseguitrice (lett. dal cinese: La bambina dal vestito rosso)

Titolo originale: Hóngyī xiǎonǚrén 紅衣小女孩

Regista: Cheng Wei-hao 程伟豪

Genere: horror, thriller

Trama: La nonna di Wei sparisce improvvisamente, tuttavia a casa sua è come se nulla fosse cambiato: la casa è ben rassettata come al solito e anche la colazione per il nipote viene preparata tutti i giorni. Wei è molto preoccupato, e non ha idea di cosa sia successo, finché non trova delle registrazioni in cui si vede la nonna seguita da una strana ragazzina vestita di rosso. L'anziana signora finalmente torna a casa ma, stranamente, stavolta è Wei a sparire. La ragazza di Wei, Yi-Chun, pian piano scopre che la scomparsa del fidanzato e di sua nonna è potrebbe essere legata alla leggenda urbana della "bambina vestita di rosso", ma non ha ancora idea dell' orrore che l'aspetta....

Perché vederlo: Il film è ispirato dalla leggenda del môo-sîn-á, spirito di montagna che fa perdere la strada ai viandanti che si spingono nel suo territorio. Tale figura è divenuta parte delle moderne leggende urbane, dipinta dai media taiwanesi come "una bambina vestita di rosso". Il film elabora ulteriormente la mitologia di questa creatura, che ha delle sue motivazioni ed un suo particolare modo di agire. L'ostacolo che devono superare i protagonisti non è tanto credere che tale presenza esista o meno (la credenza negli spiriti è ben radicata a Taiwan, e questo in particolare lascia tracce ben visibili del suo passaggio) ma piuttosto capire come affrontarlo e liberare i propri cari catturati dalla sua morsa. L'elemento orrorifico del film non risiede soltanto nel fatto di affrontare un essere soprannaturale, ma piuttosto nelle paure nascoste che egli è in grado di far emergere. Paura resa tangibile attraverso buoni effetti speciali, ingegnosi effetti meccanici e atmosfere che paiono di un altro mondo.

Trailer ufficiale


57 visualizzazioni

© 2019 by ViviAmoTaiwan

ViviAmoTaiwan, la pagina d’informazione per la comunita’ Italiana a Taiwan