Betel nut beauty, le ragazze Betel Nut

04.08.2018

Avrete sicuramente notato passando per le strade di Taiwan, quei cubi di vetro illuminati con giochi di luce e led, all'interno dei quali ci sono sedute su alti sgabelli bellissime ragazze vestite in modo molto provocante?

 

Potrebbero trarvi in inganno se siete la prima volta qui, pensereste a delle ragazze a pagamento per cose molto intime, ma attenzione nulla di più sbagliato, ricordiamoci che qui siamo nel paese di Hello Kitty !!

Loro sono le Betel Nut Beauty, altro non fanno che preparare e vendere delle noci eccitanti a chi normalmente guida per molte ore, la funzione di questa “noce” è paragonabile all'assunzione di Red Bull o caffè, (sinceramente non ho mai provato), i loro clienti abituali sono autisti di camion o tassisti, o chiunque ama masticare le Betel Nut. I semi della palma di betel sono molto diffusi in Asia, hanno proprietà stimolanti, digestive e cardiotoniche, ma attenzione possono creare dipendenza come le droghe, chi ne fa uso tende ad avere i denti anneriti e la saliva rossa, a lungo andare rischia il cancro alla bocca e laringe.

Queste ragazze indossano vestiti molto sexy, a volte richiamano le cosplayer giapponesi ispirate ai fumetti manga, oppure delle semplici infermierine o cameriere, con fiocchetti e cappellini indossano lingerie, perizomi tipo filo interdentale, gambe con francesine e autoreggenti, visi con pelle di porcellana e trucco, occhi a mandorla da cerbiatte, insomma un bello spettacolo per noi uomini, ma tutto finisce qui, non fatevi alcuna altra fantasia oltre al guardare o magari acquistare betel nut o un pacchetto di sigarette, basta accostare il vostro mezzo al chiosco e la ragazza farà la sua super sexy sfilata venendo incontro a voi per rifornirvi di binlan.

Nell'attesa dei vari clienti passano il tempo a tagliare e mischiare i vari ingredienti per preparare la prelibatezza o schifezza a seconda dei vostri gusti.

 

 

Le ragazze betel nut o chiamate anche binglang o le "Shuangdong Girls", naquero negli anni '60, portarono il loro fascino all'apertura dello Shuangdong Betel Nut Stand a Guoxing Township, nella contea di Nantou. Il successo di questa strategia di marketing ha portato i concorrenti a seguirne l'esempio, e per la fine del secolo le ragazze e i chioschi al neon erano un marchio di fabbrica diffuso delle città e delle campagne di Taiwan.

Come icone della cultura taiwanese, le ragazze binglang appaiono frequentemente nell'arte e nel cinema.

I chioschi fiammanti decorati con luci al neon lampeggianti sono una vista comune sulle strade suburbane. I principali clienti interessati sono i camionisti che usano il pinang per evitare di addormentarsi nella guida a lunga distanza o semplicemente comprano sigarette.

Il secolo scorso alcuni proprietari di negozi hanno iniziato ad assumere ragazze vestite con abiti sexy per attirare l'attenzione dei clienti in questa competizione altamente redditizia. I rivali hanno seguito l'esempio. Man mano che il livello della competizione diventava più alto, le ragazze indossavano sempre meno vestiti.

 

Ora c'è da dire che negli ultimi anni è nato un dibattito su questo fenomeno, dal quale è nata anche una regolamentazione sul limite etico dei vestiti indossati e sui luoghi, molte città metropolitane hanno vietato questo tipo di attività, tipo Taipei, Taoyuan, Taichung, Tainan e Kaohsiung, controversie riguardano l'utilizzo di questo tipo di abbigliamento in luoghi pubblici e se questo non sia anche da considerare una sorta di sfruttamento, molte di queste ragazze provengono da zone agricole o famiglie operai, alcuni però ritengono che questa attività possa dare la possibilità di auto potenziale a giovani donne con poche risorse, che possono migliorare notevolmente la loro situazione economica, questa attività è davvero molto redditizia. Poi ci sono stati casi in cui alcune ragazze permettevano di essere toccate dai clienti abituali, ed alcune espulse da scuola.

 

Il cubo di vetro da grande visuale su ciò che accade all'interno, questo da un grande senso di sicurezza perchè tutti vedono tutto, quindi è escluso che vengano a crearsi situazioni pericolose da parte di molestatori e mal intenzionati, anche la polizia veglia sulla sicurezza delle piccole Hello Kitty.

 

Una volta mi è capitato di prendere un taxi, e l'autista dopo avermi chiesto il permesso si è fermato dalla sua venditrice, mi ha

 confessato di essere innamorato da anni di lei, ha poi proseguito nella guida consumando la noce e diciamo che non è un bello spettacolo, vedere uno che sembra sputare sangue in un bicchierino di plastica ogni 10 secondi.

 

Ma dai ridiamoci un po su, raccontate anche voi cosa ne pensate e se avete avuto l'esperienza di provare questa noce o di parlare con una di loro, oppure diteci chi e la vostra preferita e dove trovarla.

Anche questo fa parte della cultura di questa isola, ci sono davvero tante belle ragazze qui a Taiwan, fa sempre piacere vedere queste Dee nei loro cubi di cristallo, Taiwan è sempre speciale ed ha trovato il modo di far lavorare belle ragazze e dar la possibilità a loro di avere un reddito alto semplicemente vendendo noci di betel sotto gli occhi di tutti, in altri posti nel mondo sappiamo che fine avrebbero fatto, ma qui siamo nel paese di Hello Kitty, come sarebbo potuto andare diversamente!

 

Please reload

© 2019 by ViviAmoTaiwan

ViviAmoTaiwan, la pagina d’informazione per la comunita’ Italiana

  • Facebook Social Icon